L’intelligenza artificiale consente di pensare e agire umanamente e razionalmente attraverso sistemi hardware e programmi software capaci di fornire prestazioni che, a un osservatore comune, sembrerebbero essere di pertinenza esclusiva dell’intelligenza naturale (umana).
Le applicazioni sono sempre più estese, grazie anche ai big data oggi disponibili e alla capacità di auto-apprendimento (machine learning) ovvero alle sinergie con l’intelligenza naturale, che per visione e flessibilità resta insostituibile.
La disamina dei modelli di business delle imprese che fondano le loro strategie sull’intelligenza artificiale ovvero, più estesamente, delle imprese anche tradizionali che ne utilizzano talune applicazioni, è propedeutica ad un inquadramento delle problematiche giuridiche (ancora pionieristiche) e dei profili di valutazione economica.